Negozio di Giochi Lego e di costruzione Playmobil

Il marchio

Il nome col passare degli anni diventò sinonimo per parlare dei mattoncini così per un certo periodo, circa tra gli anni '60 e '80, le confezioni dei giochi riportaveno questa nota: "La parola LEGO è un marchio speciale per tutti noi che lavoriamo nelle aziende del Gruppo. Apprezzeremmo di cuore che anche voi ci aiutaste a mantenerlo speciale, riferendovi sempre ai nostri mattoncini con le parole "mattoncini" o "giocattoli", e non semplicemente con "i LEGO". Così facendo ci aiuterete a proteggere un marchio del quale siamo molto orgogliosi, e che significa qualità in tutto il mondo. Grazie! Susan Williams, servizio clienti."

Il marchio si trovò ad affrontare diverse cause contro i produttori di "falsi mattoncini" che proponevano prodotti ad un prezzo inferiore ma anche di qualità inferiore. Intorno al 2000 l'azienda cercò di registrare il machio Indicia" ovvero quell'aspetto borchiato dei mattoncini per far cessare completamente l'azione imitatoria di tutti iconcorrenti ma nel 2002 la Corte Federale del Canada rifiutò la richiesta della società. Nel prossimo periodo (2010-2011) si parla in rete della uscita del film dedicato al marchio intitolato LE AVVENTURE DI CLUTCH POWERS dove una squadra di omini (minifig) dovrà salvare il pianeta Ashlar dall'invasione del malvagio Mallock.

Le Serie

Da quando iniziò l'attività produsse un'infinità di serie di giocattoli, dalle città alle navi, dai castelli ai robot, dalle navicelle spaziali ai treni ed ai pirati. Alcuni dei pezzi per collezionisti composti dal maggior numero di mattoncini sono il Taj-Mahal che conta 5922 pezzi, la Morte Nera che conta 3803 pezzi e la Tour Eiffel che conta 3428 pezzi. Le serie sono spesso arricchite da motori, telecamere, luci e ingranaggi alcuni dei quali possono anche essere controllati attraverso un computer.

Nella seconda metà degli anni '90 vennero introdotte serie destinate ad un pubblico più specifico come ad esempio la serie "bionicle" che integrava la serie "technic" e permetteva di costruire personaggi speciali. La serie "belville" fu introdotta per le bambine. Ultima introduzione nel mondo dei giochi fu "LEGO studios", un software per registrare video su computer dodato di bacchette trasparenti per muovere i personaggi ed un omini simile al regista Steven Spielberg.

Il logo, DUPLO, BIONICLE, MINDSTORMS, the BELVILLE, KNIGHTS’ KINGDOM e Logo EXO-FORCE, the Brick and Knob configurations and the Minifigure sono marchi del Gruppo LEGO.

Fonte Wikipedia